Chi siamo

La Scuola civica nasce nel 2017 per diffondere le esperienze, le competenze, la sensibilità maturate da Cittadinanzattiva in una storia di tutela dei diritti e di partecipazione lunga oltre 40 anni.

 

La Scuola è un ambiente formativo nel quale interagiscono culture, competenze, esperienze e punti di vista diversi. La sua finalità è di contribuire a produrre cambiamenti negli individui e nelle organizzazioni, favorendo una visione delle politiche pubbliche capace di garantire il rispetto dei diritti e l’uso appropriato di tutte le risorse, economiche, umane e strumentali. Di questa visione delle politiche pubbliche è condizione il protagonismo dei cittadini e delle loro comunità di riferimento.

 

Gli obiettivi

La Scuola si propone di:

  • formare i diversi attori su principi, metodi e strumenti per rendere esigibili i diritti e per qualificare la partecipazione civica nell’ambito delle politiche pubbliche;
  • valorizzare le azioni di cambiamento già in atto;
  • essere uno spazio sempre aggiornato per il dibattito e il confronto sul protagonismo dei cittadini e delle comunità nelle politiche pubbliche;
  • creare e tenere vive reti di soggetti che siano agenti di cambiamento, a partire dai partecipanti alle iniziative di formazione.

 

A chi si rivolge

La Scuola si rivolge ai decisori, alle diverse comunità di professionisti, alle organizzazioni civiche e a tutti quei soggetti – come, per esempio, il mondo delle aziende private o della comunicazione – che hanno un ruolo nel governo delle politiche pubbliche di interesse prevalente di Cittadinanzattiva quali salute, scuola, mobilità e altri servizi di pubblica utilità, ambiente e uso del territorio,  lotta alle disuguaglianze.

 

I caratteri distintivi della Scuola

La Scuola si caratterizza per alcuni elementi:

  • ha un focus ben preciso al centro delle proposte formative: il binomio inscindibile tra diritti e partecipazione;
  • mette al centro della formazione le persone e i problemi;
  • è orientata ad un cambiamento in pratica, facendo leva sulla centralità di casi di studio nazionali e internazionali e sulla costruzione di linee di sviluppo condivise con i partecipanti;
  • è multistakeholder, promuovendo già in aula un allenamento al confronto e al lavoro insieme tra e con diversi attori;
  • attiva community di attori responsabili.